Città Di Nocera – Sorrento: le parole di mister Esposito

Al termine della gara vinta 6-0 dal Città Di Nocera contro il Sorrento, il tecnico molosso Pasquale Esposito si è presentato in conferenza stampa per parlare di questa vittoria così larga dei suoi ragazzi e per analizzare il prossimo match di Coppa contro il Sant’Agnello.

“Anche nella gare precedenti avevamo giocato palla a terra – debutta Esposito in conferenza – però con la pioggia e il campo pesante i ragazzi hanno avuto paura di rischiare delle cose e hanno preferito mettere la palla su tre attaccanti fortissimi visto e comunque alla fine realizzammo due gol. Io penso che si deve tenere sempre conto della forza del proprio avversario per poter giudicare alla fine la tua squadra. Il 4-4-2 è stato molto efficace perché è più facile da applicare. I giocatori più esperti devono adattarsi a fare delle cose nuove ma non è facile poiché hanno schemi mentali già presupposti. Chiaramente questi segnali li ho raccolti visto tutta la mia esperienza che ho raccolto in questi anni e ho fatto diversamente. Penso che il 4-4-2 lo riproporremo anche nelle prossime gare. Abbiamo ottimi calciatori come De Liguori, Scibilia, Ferrentino e qualche under che possono fare la differenza e rendere la squadra ancora più offensiva.
Abbiamo una rosa importante anche se abbiamo rischiato visto che i centrocampisti erano abituati a giocare a tre. Se oggi è stato un allenamento? Diciamo di si ma solo dopo aver messo il risultato al sicuro perché noi prendiamo tutto con molta serietà, non ci interessa il valore dell’avversario, sappiamo cosa possiamo fare e penso che è un nostro dovere vincere. Per la gara contro il Sant’Agnello – continua Esposito – ho cambiato qualche uomo perché la gara di coppa sarà importantissima. Da domani pomeriggio lavoreremo per farci trovare pronti a questo match. Quando si cambia sistema di gioco è chiaro che qualcuno verrà penalizzato come per esempio Marcucci che è rimasto in panchina e Lettieri che addirittura è rimasto in tribuna. Io l’ho detto ai miei ragazzi che si può passare dal campo alla tribuna. Sono contento di avere questi problemi visto gli obiettivi che dobbiamo raggiungere. Dobbiamo gestire questa settimana importante per noi, con tre gare in sei giorni. Fortunatamente con questa rosa importante posso permettermi di fare il turn over. Abbiamo cambiato sistema come ho detto prima e questi giocatori sono più adatti a fare il 4-4-2. Non esistono calciatori di riserva”.