Città Di Nocera, Marcucci: “Esultare in questo stadio è stato emozionante anche a 36 anni”

Ecco le parole rilasciate in conferenza stampa da Errico Marcucci che grazie ad una sua rete al sesto minuto del primo tempo ha permesso al Città Di Nocera di battere 1-0 il Faiano al San Francesco nella prima gara di campionato.
“Possiamo fare molto meglio. Venire a giocare la prima partita di campionato al San Francesco non è stato semplice, perché le distanze in questo campo sono molto più ampie e se non sei abituato fai molta fatica anche per verticalizzare e servire i compagni. Il risultato però ci fa sperare bene per le prossime. Il mister è partito con un 4-4-2 all’inizio che è quello più semplice da memorizzare, adesso stiamo provando il 4-3-1-2 dove abbiamo un giocatore che può fare la differenza come Carotenuto, visto che la in mezzo è bravo a puntare le difese, fare assist e gol. Per quanto concerne l’azione del rigore mancato posso dire che non era fallo perchè dovevo essere io più cattivo”.

Su questo campionato appena iniziato. “Affrontiamo un campionato d’Eccellenza, io ne ho fatti tanti e non è tanto semplice vincerlo solo perché ci chiamiamo Nocerina. I campionati vanno vinti e sudati. Dobbiamo dimostrare di essere una squadra all’altezza di questa piazza. Non è facile perché abbiamo molti under che non sono abituati a giocare su questi campi. Siamo partiti bene, siamo un buon gruppo e abbiamo ampi margini di miglioramento”.

Sulla prima rete. “Questo gol,  devo dire la verità, mi vengono i brividi e questa notte mi sono sognato un po’ la scena, cioè nel senso che esultare sotto una platea di gente così è emozionante anche a 36 anni. Il mio obiettivo è di far bene e lo faremo insieme ai miei compagni”.